Cos’è il Buddhismo con la Ven. Siliana Bosa – Gli 8 dharma mondani e gli antidoti


  • Centro Studi Cenresig
Register
siliana bosa

Insegnamenti conferiti dal ven. Ghesce Ciampa Ghiatso presso il Centro Studi Cenresig di Bologna nel novembre 1985.

Tutti noi abbiamo in comune l’identica aspirazione a essere felici e il desiderio di non sperimentare neppure la minima infelicità. Perfino i più piccoli animali, come i vermi e gli insetti, nutrono lo stesso desiderio e soffrono quando incontrano qualche difficoltà. I problemi che incontriamo possono essere di tipo fisico o mentale. Sviluppando le condizioni materiali possiamo risolvere, almeno in parte, i primi, ma per quanto riguarda quelli mentali non possiamo affrontarli nello stesso modo.
Gli insegnamenti di cui parleremo ora riguardano le otto preoccupazioni mondane che sono la causa dei nostri problemi, fisici e mentali. Di queste otto, quattro sono riferite a situazioni ritenute piacevoli e quattro invece a situazioni spiacevoli.

Le prime due preoccupazioni mondane sono il sentirsi contenti quando si ricevono lodi e infelici nel venire insultati o criticati.
La terza e la quarta sono il sentirsi gratificati dall’avere una buona fama e il rattristarsi nel caso di una cattiva reputazione.
La quinta e la sesta sono il provare felicità nel ricevere offerte e beni materiali e l’essere scontenti non ricevendoli.
La settima e l’ottava sono l’essere felici nell’incontrare situazioni favorevoli e il sentirsi infelici quando si incontrano delle difficoltà.

Proviamo a chiederci come mai quando qualcuno parla bene di noi o ci fa dei complimenti siamo contenti, e quale sia il motivo del nostro arrabbiarci o comunque sentirci a disagio quando riceviamo insulti o qualcuno ci critica. Analizzando con attenzione queste nostre reazioni, capiremo che la felicità che sorge dal ricevere complimenti ha come causa il nostro attaccamento, mentre l’infelicità che deriva dal sentirsi offesi ha come causa il nostro odio. In realtà, questi due fattori mentali sono responsabili dei problemi e della sofferenza che costantemente ci affliggono, e la loro radice è l’ignoranza.
Dentro di noi vi sono fattori mentali che, non svolgendo alcuna funzione positiva, non ci sono di alcuna utilità; questo vale per attaccamento, odio, ignoranza, orgoglio, dubbio e visioni erronee, che costituiscono le sei afflizioni mentali principali.
È molto importante praticare la meditazione analitica e quella concentrativa al fine di ridurre il nostro orgoglio, fino a giungere alla sua completa eliminazione.

Il programma

15:00 - 18:00 Sabato 6/2
10:00 - 13:00 Domenica 7/2