Il Centro Studi Cenresig è lieto di annunciare che da sabato 12 NOVEMBRE 2022 partirà il nuovo corso ALLA SCOPERTA DEL BUDDISMO, tenuto da Elena DAgostino

Alla Scoperta del Buddhismo è consigliato per chi ha già acquisito una certa familiarità con il buddhismo tibetano – partecipando a programmi introduttivi, quali Cos’è il BuddhismoABC della meditazione oppure avendo frequentato più insegnamenti con Lama tibetani o altri percorsi di studi buddhisti – e desidera acquisire una maggiore comprensione di questo sentiero spirituale e filosofico. Tuttavia il corso è aperto a tutti anche a coloro che hanno poca esperienza con la filosofia buddista.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a allascopertabuddismo@gmail.com

CALENDARIO IN FASE DI COMPLETAMENTO
Risvegliare il potenziale illimitato della propria mente, raggiungere la pace e la felicità.
Alla scoperta del buddhismo è basato su tredici soggetti che forniscono un panorama dettagliato degli insegnamenti e della pratica del buddhismo tibetano.
I soggetti riguardano le seguenti tematiche:

La mente e il suo potenziale – 12 novembre 2022 intensivo sabato
Come meditare – 14 gennaio 2023 intensivo sabato
Il sentiero verso l’illuminazione – 5 marzo 2023 intensivo sabato
L’importanza del Maestro spirituale – intensivo sabato
Morte e la rinascita – intensivo sabato
Tutto sul Karma – sabato e domenica
Rifugio nei Tre Gioielli – intensivo sabato
Stabilire una pratica quotidiana – intensivo sabato
Samsara e Nirvana – intensivo sabato
Come sviluppare la Compassione (Bodhicitta)– intensivo sabato
Trasformare i problemi – intensivo sabato
La saggezza della Vacuità – sabato e domenica
Introduzione al Tantra – intensivo sabato

Ogni soggetto si conclude in una giornata intensiva (sabato) o dal sabato fino alla domenica all’ora di pranzo ed è a cura di un insegnante riconosciuto dall’FPMT.
Le sessioni sono strutturate con lezioni frontali, classi di discussione, meditazioni e un test-esame in relazione ad ogni specifico soggetto.
Il percorso di studio è ritenuto completo se si è partecipato a tutti i soggetti. Al termine lo studente avrà acquisito una conoscenza di livello introduttivo e riceverà un certificato di completamento dell’intero corso.

DESCRIZIONE DEI 13 SOGGETTI

1. La mente e il suo potenziale

In questo soggetto si esaminerà il significato di “mente” secondo il Buddhismo, la sua natura e funzione, di come sia determinante per la nostra esperienza di felicità e sofferenza. Impareremo le tecniche di base per riconoscere e trasformare i pensieri e gli atteggiamenti distruttivi e sviluppare una mente più positiva e gioiosa.
“Tutti i problemi che sperimentate sorgono dal modo di funzionare della vostra mente… Tutto ciò di cui avete bisogno è conoscere la vostra vera natura, come siete veramente. È così semplice.” 
Lama Thubten Yeshe

2. Come meditare

La meditazione buddhista si propone di familiarizzare la nostra mente con stati positivi come l’amore, la compassione e la saggezza in modo che possano diventare naturali e spontanei. Impareremo la postura corretta, come impostare una sessione e come riconoscere e affrontare gli ostacoli alla meditazione.
Sperimenteremo diversi tipi di tecniche, i due tipi di meditazione, quella concentrativa e quella analitica e istruzioni pratiche su come ottenere una mente stabile per avvicinarci alla nostra natura della mente, la saggezza innata.

3. Il sentiero verso l!illuminazione

Questo incontro ci darà una panoramica dell’intero percorso buddhista tibetano (lam rim) verso il risveglio, della storia della vita del Buddha e degli insegnamenti fondamentali del buddhismo. Ci concentreremo principalmente su tre aspetti fondamentali: l’attitudine dell’emergere definitivamente dalla sofferenza, la mente della compassione illimitata (bodhicitta) e la visione corretta della realtà (shunyata), come sviluppare correttamente queste attitudini e come metterle in pratica.

4. L!importanza del maestro spirituale

In questo incontro esamineremo l’importanza di affidarsi ad un Maestro spirituale, indagheremo il ruolo e il rapporto corretto tra maestro e discepolo, le qualità di un maestro e le qualità di uno studente. Come relazionarsi con un maestro per ottenere il massimo beneficio nella nostra vita spirituale, come affrontare le sfide che si incontrano quando si entra in una relazione guru-discepolo e imparare a superarle con intelligenza e abilità.

5. Morte e rinascita

Questo incontro è dedicato a esplorare il processo di morte e rinascita e il suo impatto sul modo in cui viviamo la nostra vita, una vita dominata dalle “preoccupazioni mondane” (fama, ricchezza, piacere, ecc.). Saremo guidati in una riflessione e meditazione sul significato della morte e su cosa aspettarsi al momento della morte. Imparare come accettare la realtà della morte e prepararsi ad essa ci aiuta a realizzare il nostro scopo nella vita, a risolvere i conflitti e a sviluppare le abilità per aiutare noi stessi e gli altri al momento della morte. Comprendere come, attraverso la pratica buddhista, si possa affrontare con serenità e senza paura il momento della morte.

6. Tutto sul Karma

In questo incontro analizzeremo la legge di causa ed effetto in relazione alle azioni e ai loro risultati per acquisire una chiara comprensione del funzionamento del karma e scoprire strumenti efficaci per accumulare meriti, causa di felicità e successo, e purificare le azioni sbagliate compiute in passato. Evidenzieremo l’importanza della motivazione e come questa sia la base per rendere le nostre azioni significative, studieremo le tecniche meditative per diventare abili nell’affrontare la vita in modo più efficace e quindi evitare di creare più sofferenza del nostro futuro e come applicare questi insegnamenti nella vita quotidiana.

7. Rifugio nei Tre Gioielli

Il corso è dedicato a comprendere cosa significa diventare buddhisti prendendo rifugio nei Tre Gioielli: il Buddha (la guida), il Dharma (la realizzazione del vero modo di esistere dei fenomeni), e il Sangha (la comunità spirituale) e le pratiche essenziali associate al rifugio, la porta per entrare nel sentiero buddhista. Scopriremo il vantaggio di prendere voti laici e il loro ruolo nel sostenere e migliorare la nostra crescita spirituale e vivere con una etica di responsabilità universale.

8. Stabilire una pratica quotidiana

Per ottenere un cambiamento positivo nella nostra vita è necessaria una trasformazione interiore attraverso una pratica quotidiana. Bisogna creare le condizioni per applicare i metodi corretti per generare un’attitudine mentale e rendere significativa ogni azione della giornata.
Nel Buddhismo tibetano, oltre alla meditazione, ci sono tanti metodi per purificare la mente dalle ostruzioni e per accumulare energia positiva (meriti).
In questo corso impareremo come preparare lo spazio di meditazione, disporre un altare, offrire il mandala, fare le prostrazioni, eseguire la pratica di Vajrasattva e prendere i precetti mahayana per ventiquattro ore. Queste pratiche creano le condizioni per una comprensione profonda e per lo sviluppo delle qualità positive, fino al risveglio completo: la buddhità.

9. Samsara e Nirvana

In questo incontro studieremo la concezione buddhista del samsara e del nirvana in relazione alla Ruota della Vita e alle quattro Nobili Verità, il significato della rinuncia o della determinazione a liberarsi dalla sofferenza e come svilupparla.
Analizzeremo cosa sia il samsara e su come siamo bloccati in esso. Cosa sia il nirvana e come raggiungerlo sviluppando la fiducia nell’applicazione di strumenti pratici per affrontare ed eliminare per sempre la sofferenza e le sue vere cause che nascono principalmente dentro di noi, cioè dai nostri stati mentali afflitti e dalle nostre azioni influenzate dall’ignoranza.

10. Come sviluppare la Compassione (Bodhichitta)

La mente dell’illuminazione, il desiderio di ottenere la piena illuminazione per il beneficio di tutti gli esseri senzienti, è il cuore del sentiero Mahayana, il grande veicolo del Buddhismo.
Mettendo in pratica le chiare istruzioni di meditazione del Buddhismo tibetano abbiamo la possibilità di sviluppare le nostre qualità innate di compassione e gentilezza amorevole. La motivazione è la base per la pratica delle sei perfezioni, le attività altruistiche del bodhisattva, l’aspirazione a raggiungere l’illuminazione per il benessere di tutti gli esseri senzienti.

11. Trasformare i problemi

In questo incontro rifletteremo sugli insegnamenti buddhisti dell’addestramento mentale (lo jong), dove si parla della pratica di scambiare se stessi con gli altri, per considerate gli svantaggi del curare solo noi stessi e i vantaggi della cura degli altri più che di noi stessi e quindi sostituire la nostra visione egocentrica con l’attitudine altruistica.
Impareremo la tecnica meditativa, lojong, come mezzo per trasformare i problemi e apprezzarli come una occasione di felicità, nella vita quotidiana, così che le persone e le situazioni più difficili diventeranno una opportunità per raggiungere l’illuminazione.

12. La saggezza della Vacuità

In questo soggetto parleremo della vacuità e dell’interdipendenza, e di come la loro comprensione può aiutarci ad ottenere più felicità nella vita quotidiana e ad avvicinarci alla piena liberazione.
Cercheremo di comprendere il concetto di vacuità, un passo fondamentale per il raggiungimento della liberazione e dell’illuminazione.
Studieremo cosa significa sviluppare la calma (shamatha) e diversi modi di meditare sulla vacuità, impegnarsi nelle pratiche per accumulare meriti e la purificazione degli ostacoli per preparare il terreno per la realizzazione della vacuità.
Cercheremo di dissipare i malintesi sulla vacuità che portano ai due estremi del nichilismo e dell’eterno.

13. Introduzione al Tantra

In questo corso, affronteremo i punti essenziali della pratica del tantra: il rapporto corretto con un maestro tantrico, le varie classi e tipi di tantra, l!iniziazione, i voti, e i metodi speciali di meditazione, come lo yoga della divinità. La definizione di tantra, come funziona e perché è una forma potente di pratica e in cosa differiscono dai Sutra.
Cercheremo di ottenere una panoramica delle quattro classi di tantra e Illustrare le spiegazioni di una semplice meditazione sulla divinità tratta dal kriya tantra.
Il veicolo tantrico del buddhismo utilizza come base il principio della trasformazione delle nostre esperienze e della nostra realtà, usando la visualizzazione, i mantra, e lo sviluppo della visione pura come metodi nel sentiero verso lo stato della piena illuminazione.