VENERABILE SONAM WANGCHUK – IN PRESENZA


SABATO 24 e DOMENICA 25 SETTEMBRE
IN PRESENZA
Ven. Sonam Wangchuk
L’importanza della meditazione nella pratica buddista


SABATO 24  h. 15/18
DOMENICA 25  h. 10/12:30 ca

Sulla meditazione e sulla sua utilità circolano un’infinità di idee e anche parecchi malintesi. L’immagine stereotipata è quella di una persona che se ne sta immobile nella posizione del loto – il fumo dell’incenso che fluttua nell’aria, le luci basse – e che viaggia verso qualche luogo mistico dove tutti i pensieri si fermano.
Spesso “meditare” è visto persino come un’attività egoistica. ( Ven. Robina Courtin)Quando proviamo a cambiare una disposizione mentale, dobbiamo modificare le nostre abitudini. Possiamo farlo attraverso la meditazione, cioè usando la nostra mente in un modo più concentrato e controllato. Ciò che turba la mente può essere rimosso con la meditazione in modo che la nostra mente possa esistere nella sua purezza. Se la nostra mente è distratta, possiamo trasformarla in una mente non distratta attraverso la meditazione. Possiamo trasformare le cattive abitudini in buone abitudini attraverso la meditazione. Quindi, quando riusciamo a cambiare le nostre abitudini mentali, possiamo cambiare le nostre azioni fisiche e il nostro comportamento verbale. Una volta che li abbiamo modificati, possiamo raggiungere il fine ultimo della nostra pratica, la Buddhità.Traduce Filippo Centrone

Posti limitati
SI RACCOMANDA LA PRENOTAZIONE SCRIVENDO A info.cenresig@gmail.com
Posti limitati. Varrà la cronologia delle prenotazioni pervenute

BIOGRAFIA
Il mio nome è Sonam Wangchuk ed ho 45 anni.
Sono arrivato in India nel 1993 e da allora ho studiato il buddismo nel monastero Sera Je (Tehor Khamtsen).
Ghesce Gedun Cheophel e Ghesce Lobsang Delek sono i miei insegnanti.
Nel 2010 ho concluso gli studi dei cinque testi principali della tradizione Geluk e poi mi sono dedicato agli studi madhiyamika nelle  tradizioni sakyapa, nyimapa, kagyupa, jonangpa e Bon.
Dopo questi studi ho potuto dedicarmi alla scrittura di un libro  che ho poi intitolato  Meditation of madiyamika and description of science
Il libro è stato stampato due volte in India e tre volte in Tibet.
Nel 2013 il dipartimento di religione tibetano in esilio mi ha chiesto di scrivere un libro sul buddismo per i principianti della nuova generazione tibetana e nello stesso tempo l’università tibetana di Sarnath mi ha chiesto di tenere delle lezioni agli studenti.
Ho finito di scrivere il libro nel 2015 che poi, è stato stampato dal governo tibetano.
Dopo aver presentato il libro a Sua Santità Dalai Lama, mi disse che avrei dovuto scriverne un altro basato sul Tantra di Guhysamaja di Lama Tsokhapa.
Seguendo il desiderio di Sua Santità, ho concluso il nuovo libro nel 2021 ed è stato stampato in India e in Tibet con successo.
I programmi principali a cui mi sto dedicando attualmente,  sono rivolti prevalentemente a introdurre il buddhismo alle nuove generazioni tibetane

Il programma

16:00 - 19:00 Sabato
11:00 - 13:30 Domenica